Codice etico

Il presente Codice Etico, adottato dall'Amministratore Unico della Fides Consulting in data 23/12/2013 , costituisce una piattaforma di comportamenti eticamente rilevanti per la Società in quanto tale: il presente Codice rappresenta l'espressione della visione complessiva che la Società in oggetto ha della propria attivitá imprenditoriale e della funzione sociale connessa.

L'adozione di tale Documento è diretta a diffondere i valori di correttezza, lealtà, integrità e trasparenza che devono improntare le azioni ed i comportamenti dei soggetti che operano per la Società.

Nel Codice sono contenuti l'insieme dei diritti, dei doveri e delle responsabilità che la Società ha nei confronti dei cd. "portatori di interesse" (cosiddetti "Stakeholders "), categoria in cui vanno ricompresi gli amministratori, i dipendenti, i fornitori, la Pubblica Amministrazione, i soci e, in generale, i terzi che vengono a contatto con l'attivita societaria.

In considerazione di tale rilevanza, la Società si impegna a promuoverne e diffonderne la conoscenza, nonché a vigilare affinché le prescrizioni in esso contenute siano rispettate intervenendo, in caso di necessità, con le azioni correttive ritenute più idonee.

Il presente Codice Etico, elaborato sulla scorta delle indicazioni contenute nelle Linee Guida di Confindustria approvate dal Ministero della Giustizia in data 12 novembre 2004 e aggiornate al 31 marzo 2013, contiene i principi generali che:

  • caratterizzano l'etica della Societa;
  • rappresentano le linee guido che regolano i rapporti intrattenuti con tutte le controparti;
  • sono il riferimento normativo ed interpretativo delle regole di condotta che la Societa prevede, incentiva, controlla ed aggiorna al fine del continuo migliora mento.

Il Codice contiene le norme comportamentali che devono essere sempre rispettate nell'ambito delle attività svolte per la Società e costituisce la linea guida nei rapporti con i colleghi, con i clienti, i fornitori, le altre Aziende o Associazioni e nei confronti dei soggetti pubblici ed istituzionali, nonché degli organi di stampa.
La Società si impegna, nei rapporti con le sue controparti, ad informarle dell'esistenza del presente Codice Etico e a darne adeguata pubblicita.
Destinatari del Codice Etico, adottato dalla Società, sono i suoi Amministratori, i Dipendenti, i collaboratori, i Consulenti e tutti i Professionisti che prestano la loro opera a favore dello stesso: ciascun destinatario del Codice Etico è responsabile, per la parte che gli compete, della
conformità della propria attività ai principi ivi esposti.
Il rispetto delle regole e delle procedure aziendali, nonché dei contenuti del presente Codice costituisce parte essenziale delle obbligazioni contrattuali dei prestatori di lavoro ai sensi e per gli effetti dell'articolo 2104 del codice civile.
Ogni violazione delle prescrizioni contenute nel Codice Etico sarà, pertanto, considerata come una violazione del rapporto di fiducia con l'azienda e potrà costituire inadempimento alle obbligazioni primarie del rapporto di lavoro o illecito disciplinare ai sensi delle leggi e del CCNL vigenti, con le relative conseguenze in ordine olla conservazione del rapporto di lavoro e potrà, se del caso, comportare il risarcimento dei danni derivanti dalla violazione stessa.
Le violazioni commesse da consulenti e professionisti esterni saranno sanzionabili in conformità a quanto previsto nei relativi incarichi e contratti.
Il Codice Elíco è portato a conoscenza dei dipendenti della Società e di tutti coloro con i quali sano intrattenute relazioni d'affari attraverso la sottoscrizione di una circolare illustrativo per quonto riguarda il personale dípendente (ottre che mediante speclfiche iniziative dirette o formare il personale sui contenuti del Codice e, più in generale, del Modello Organizzativo ex D.lgs n. 231/01) e ottraverso la sottoscrizione di specifiche clausole di risoluzione del contratto per quanto concerne i consulenti o i professionisti coinvolti nell'attività.

Codice etico - principi di riferimento

Fides Consulting opera per creare valore nei confronti del cd. "portatori di interesse", per interpretare e soddisfore i bisogni dei Clienti, salvaguardando al lempo stesso la solidità, la trasparenzo e la professionalità della Società.

A questo scopo sono orlentate le strafegie aziendali e le conseguenti condotte operative. ispirate all'efficienza nell'impiego delle risorse.

  • I soggetti che agiscono per perseguire gli obiettlvi della Società operano nel rispetto dei seguenti principi ispiratori:
  • la Società ha come principio lmprescindibile il rispetto di leggi e regolamenti vigentl in tutti i paesi in cui essa opera.
  • I rapporti e i comportamenti a tutti i livelli aziendali devono essere improntati a principi di onestà, correttezza, trasparenza, riservatezza. imparzialità, diligenza, lealtà e reciproco rispetto.
  • Tutti coloro che operano per il Società devono evitare ottività, anche occasionali, che possano configurare conflitti con gli interessi della Società o che potrebbero inferferire con la capacità di assumere decisioni coerenti con gli obiettivi societari.
  • Ogni operazione e transazione deve essere corretamente registrata, autorizzata, verificabile, legittimo, coerente e congrua.
  • I rapporti con la pubblica amministrazione e, in generale, con soggetti pubblici, nonché con gli interlocutori commerciali privati. devono essere improntati al pieno rispetto delle norme vigenti e dei principi di imparzialità e correttezza.
  • Nello svolgimento dell' attività devono essere perseguiti, monitorati e costantemente mantenuti gli standard previsti dal Legislatore affinché siano garantite le condizioni di sicurezza del luoghi di lavoro e la salute dei lavoratori, attuando efficaci politiche di riduzione del rischio attraverso misure di carattere preventivo, formativo e di controllo.

Tali principi rappresentano i criteri di azione e devono trovare sistematica e scrupolosa appplicazione in ogni ambito aziendale e con riferimento a tulle le attività e iniziative intraprese.

Di seguito, vengono elencote una serie di situazioni rilevanti - senza alcuno pretesa di esaustività - in cui i principi sopra esposti devano trovare rigorosa appllicazione.

codice etico - principi di riferimento accordion

Rapporti con i clienti

Il Cliente e la soddisfazione dei suoi bisogni costituiscono un obiettivo primario per Fides Consulting: Il raggiungimento di tale traguardo deve essere perseguito nel pieno rispetto delle norme comportamentali fissate.
A tale scopo, la Società si impegna a svolgere la propria attività promozionale attraverso specifiche procedure e protocolli, in modo da favorire la corretta e piena comprensione delle caratteristiche dei servizi offerti.
Al fine di verificare il grado di soddisfazione della clientela, che rappresenta un patrimonio fondamentale, il Società effettua, tramite le funzioni interne, una sistematica attività di monitoraggio.
Gli eventuali reclami pervenuti sono trattati in modo celere e corretto e rappresentano lo spunto per interventi migliorativi di tipo organizzativo e procedurale.

Risorse umane

Il Capitale Umano rappresenta per Fides Consulting una risorsa strategica, attraverso la quale è in grado di sviluppare e garantire prodotti e servizi e di creare valore.

La Società basa le sue scelte per la selezione del Personale su procedure e protocolli prestabiliti direttamente valutati dalla Direzione del Personale. Alla costituzione e per tutta la durata del rapporto di lavoro il Personale riceve chiare informazioni sugli aspetti normativi retributivi e riceve tutte le indicazioni necessarie per svolgere adeguatamente il proprio incarico, anche in relazione alla sicurezza dei luoghi di lavoro e alla salute dei lavoratori.

Le informazioni riservate che riguardano i collaboratori sono trattate nel rispetto delle leggi vigenti in materia e con modalità idonee a garantirne la massima trasparenza ai diretti interessati e l'inaccessibilità ai terzi, se non per giustiticati ed esclusivi motivi di lavoro.

Tutti i collaboratori delle società del Società si impegnano a svolgere la propria attívità con trasparenza, diligenza, professionalità ed orientamento alla clientela, nel rispetto dei valori aziendali del Codice Etico. A tal fine i Dipendenti e collaboratori si impegnano a comunicare formalmente alla Direzione qualsiasi incarico a favore di terzi, esistente od offerto da società o persone fisiche, al fine di consentire la valutazione di potenziali conflitti di interesse.

La Società intende garantire condizioni di lavoro che favoriscano l'instaurarsi di rapporti tra i colleghi ispirati di principi di rispetto della persona, correttezza, lealtà e collaborazione.

Ogni Responsabile di Funzione aziendale deve, con il proprio comportamento, rappresentare un esempio per i propri direttli collaboratori ed operare affinché comprendano che il rispetto delle norme inserite nel Codice Etico costituisce parte essenziale della qualità della prestazione di lavoro.

Fornitori di servizi

L'approvvigionamento di servizi è effettuato sulla base dei progetti, oltre che sulla base della capacità dei Fornitori di garantire un' efficace assistenza continuativa.

Tutte le forniture, compresi i contratti d'opera e le consulenze, sono pertanto adeguatamente e preventivamente formalizzate e documentate in un apposito archivio informatico secondo le disposizioni del D.Lgs. n. 196/03.

Gestione amministrativa e contabile

La tenuta della contabilità aziendale è improntata a criteri di correttezza, trasparenza e completezza. Nelle scritture contabili devono essere annotate unicamente registrazioni veritiere, rispondenti alla reate natura delle operazioni inserite.

Tutte le funzioni aziendali sono tenute a prestare la massima collaborazione affinché i fatti di gestione siano rappresentati correttamente e tempestivamente nella contabilità aziendale.

Per ogni rilevazione contabile che riflette una transazione societaria deve essere conservata un'adeguata documentazione di supporto. Tale documentazione deve consentire di individuare il motivo dell'operazione che ha generato la rilevazione e la relativa autorizzazione.

Rapporti con Soci, Revisori e Sindaci

I rapporti dell' amministratore della Società con i Soci sona ispirati alla massima collaborazione, correttezza e trasparenza.

A tal fine è assolutamente vietato fornire dichiarazioni false o ingannevoli ai Soci.

I Dipendenti e l' Amministratore della Società si impegnano a fornire i dati necessari per garantire un 'informativa correta ed adeguata ai soggetti indicati.

Rapporti con la Pubblica Amministrazione e l'Autorità di vigilanza

I rapporti della Società con i rappresentanti delle istituzioni pubbliche e di Vigilanza sona improntati a criteri di trasparenza e professionalità, in uno spirito di massima collaborazione.

In particolare, in considerazione della natura dei rapporti con soggetti pubblici ed al fine di garantire le condizioni perché siano rispettati i principi di cui sopra:

Non è consentito offrire denaro o doni a dirigenti, funzionari o dipendenti della Pubblica Amministrazione o di enti concessionari di un pubblico servizio o a loro parenti, sia italiani che di altri paesi, nonché a soggetti stranieri che per le leggi italiane siano da considerare pubblici ufficiali, salvo che si tratti di doni o d'utilità d'uso di modico valore.

È proibito offrire qualsiasi oggetto, servizio, prestazione o favore di valore per ottenere un trattamento più favorevole in relazione a qualsiasi rapporto intrattenuto con la Pubblica Amministrazione. Nei Paesi in cui è prassi accertata e notoriamente diffusa l'offerta di doni a clienti o ad altri, è possibile agire in tal senso quando questi doni siano di natura appropriata e di valore modico, ma sempre nel rispetto delle leggi. Ciò non deve comunque mal essere interpretato come una ricerca di favori.

Quando è in corso qualsiasi trattativa, richiesta o rapporto con la Pubblica Amministrazione, il personale incaricato non deve cercare di influenzare

impropriamente le decisíoni della controparte, comprese quelle dei funzionari che trattano o prendono decisioni per conto della Pubblica Amministrazione, né tanto meno porre in essere, direttamente o indirettamente, azioni quali.

Esaminare o proporre opportunità di impiego e/o commerciali che possano avvantaggiare dipendenti della Pubblica Amministrazione a titolo personale.

Sollecitare o ottenere informazioni ríservate che possano compromettere l'integrità o la reputazione di entrambe le parti al di fuori di quanto consentito dalla legge.

Qualora la Società utilizzi un "soggetto terzo" per essere rappresentata nei rapporti con la Pubblica Amministrazione, dovrà essere espressamente previsto nella lettera di incarico o nel contratto di collaborazione che nei confronti del consulente valgono le medesime regole e procedure fissate per il personale dipendente e, ad ogni modo, la Società non potrà farsi rappresentare da "soggetti terzí" che possano trovarsi in situazioni di conflitto di interesse.

 

Omaggi

È consentito effettuare omaggi di modico valore purché nel rispetto delle procedure aziendali che prevedono adeguate forme di autorizzazione da parte delle funzioni preposte. Nello specifico, I'Amministratore Unico della Società stabilisce con apposita disposizione la procedura in cui è fissato il valore massimo degli omaggi e le modalità con cui possono essere offerti.

In ogni caso gli omaggi non devono in alcun modo poter essere considerati come volti ad acquisire vantaggi in modo improprio.

Per parte loro i Dipendenti e tutti i soggetti che operano per perseguire gli interessi della Società non devono accettare doni o prestazioni di qualsiasi natura da soggetti con i quali intrattengono rapporti connessi con la propria attività lavorativa, se questi eccedono i limiti previsti dalle consuetudini o se sono in ogni caso contrari alla normativa attualmente in vigore. A tal fine ciascun dipendente o collaboratore si impegna a non accettare o a restituire gli omaggi ricevuti.

Chiunque venga o conoscenza di qualsiasi forma di violazione al presente precetto, deve prontamente Informare l' Amministratore Unico.

Comunicazione verso l'esterno e gruppi concorrenti

I rapporti con i mezzi di comunicazione sono rìservati alle funzioni aziendali a ciò preposte.

Senza la preventiva autorizzazione da parte dell' Amministratore Unico, i Dipendenti e i collaboratori devono astenersi dal rilasciare ai mezzi di comunicazione dichiarazioni o interviste concernente l' attività del Società o la sua organizzazione aziendale.

Analogamente tutti i Dipendenti e i collaboratori della Società si impegnano a non contattare formalmente o informalmente, direttamente o indirettamente società concorrenti o persone ad esse collegate né a rilasciare dichiarazioni in merito all' attività della Società e si impegnano a informare la Direzione Generale.

Tutti i Dipendenti è collaboratori della Società si impegnano a non divulgare alcuna informazione societaria a terzi, a gestire tutte le informazioni ricevute nell' ambito della propria attività per conto della Società secondo le sue procedure ed all'interno degli specifici protocolli dedicati. Si impegnano inoltre ad utilizzare i mezzi di comunicazione messí a disposizione dell'azienda esclusivamente per ragioni di servizio e nel rispetto delle leggi vigenti.

Salute e Sicurezza

La Società considera un valore fondamentale la sicurezza e l'integrità fisica e morale di tutti coloro che operano per raggiungere gli obiettivi strategici aziendalí. A tal fine si impegna a promuovere il rispetto delle norme vigenti e l'osservanza delle disposizioni aziendali in materia di sicurezza e igiene sul lavoro, garantendo nell'adozione delle misure di prevenzione e protezione il rispetto scrupoloso del principio di effettività e adoperandosi per migliorare, secondo le migliori tecnologie disponibili, le condizioni dei luaghi di lavoro.

Tutti i soggetti che operano nella Società sono responsabili, ciascuno secondo le proprie competenze e per il relativo ambito di attività, nel garantire la sicurezza dei luoghi di lavoro e la salute dei lavoratori, rispettando le norme di legge e le prescrizioni date, evitando di porre in essere condotte rischiose per sé o altri ovvero segnalando prontamente situazione di rischio.

Tutte le misure adottate e le azioni intraprese devono essere valutate e attuate nel rispetto dei seguenti criteri:

Evitare i rischi e valutare i rischi che non possono essere evitati, privilegiando soluzioni idonee o combattere i rischi allo fonte.

Adeguare il lavoro dell'uomo, in particolare per quanto concerne la concezione dei posti di lavoro e la scelta delle attrezzature di lavoro e dei metodi di lavoro e di produzione.

Tener conto del grado di evoluzione della tecnica.

Sostituire ciò che è pericoloso con ciò che non è pericoloso o che è meno pericoloso.

Programmare la prevenzione, anche in relazione ad attività che vengano svolte all'esterno presso terzi, verificando l'efficace attuazione del principi di coordinamento e cooperazione tra i diversi soggetti coinvolti.

Dare la priorità alle misure di protezione collettiva rispetto alle misure di protezione individuale.

Impartire adeguate istruzioni ai lavoratori

Riservatezza e tutela del patrimonio aziendale

La riservatezza è considerata un valore fondamentale per la Società.

L' Amministratore, i Dipendenti, Consulenti e Professionisti e tutti coloro che operano per il raggiungimento degli obiettivi della Società non possono divulgare o abusare di informazioni riservate o privilegiate acquisite nello svolgimento delle proprie mansioni.

Le informazioni aziendali riservate sono gestite secondo specifiche procedure, che ne garantiscono la diffusione solo ai soggetti interessati e per fini esclusivamente aziendali.

Coloro che operano per conto della Società sono responsabili della protezione e della conservazione del beni aziendali a qualunque titolo affidati ai fini dello svolgimento dell'attività lavorativa o dell'incarico professionale.

(Testo deliberato dall’ Amministratore Unico di Fides Consulting S.r.l. del 23/12/2013)

Scarica il testo in pdf